Vai ai dipartimenti

Carlo Zocchetti

Nato a Gallarate (VA) nel 1952, laureato in ingegneria elettronica presso il Politecnico di Milano, ha sviluppato la sua formazione su argomenti metodologici di epidemiologia e statistica sostanzialmente partecipando, oltre alla Scuola di Specializzazione presso l’Istituto di Biometria dell’Università di Milano, a diversi corsi internazionali di aggiornamento.

Ha svolto attivita' di consulenza e ricerca su tematiche di epidemiologia occupazionale, ambientale, e dei tumori presso l'Istituto di Medicina del Lavoro dell'Universita' degli Studi di Milano.

In seguito è stato dirigente dell’Osservatorio Epidemiologico della Direzione Generale Sanità della Regione Lombardia dove, oltre a continuare a studiare tematiche di epidemiologia occupazionale, ambientale, e dei tumori, si è occupato di flussi informativi, di programmazione sanitaria, di valorizzazione economica delle prestazioni sanitarie e di valutazione delle attività sanitarie, dedicando molte energie anche alle attività di formazione.

Dal 2015 è pensionato ed effettua consulenze di epidemiologia per conto di una società propria (ReSiSS, Ricerche e Studi in Sanità e Salute).

Da oltre 20 anni svolge attività di consulenza epidemiologica per studi legali e per il Tribunale in procedimenti sia civili che penali (amianto, cloruro di vinile, infortuni sul lavoro, mercurio, ammine aromatiche, tinture per capelli, IPA, posture, inquinamento ambientale, campi elettromagnetici, cromo, …).

Con riferimento specifico a tematiche di epidemiologia occupazionale ed ambientale, oltre ad essere consulente di diverse grandi società (ENI, Telecom, Solvay, ENEL, API, Fincantieri, Goodyear, cementifici, …) nel contesto di procedimenti giudiziari che hanno a che fare con problematiche ambientali ed occupazionali, effettua consulenze in procedure di AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale) e di VIA (Valutazione di Impatto Ambientale): al momento sta effettuando la valutazione di impatto sulla salute della TAV Torino-Lione (sia per la galleria geognostica della Maddalena che per l’intero tratto piemontese dell’opera), e di diversi impianti industriali (cementifici, centrali termoelettriche, inceneritori, raffinerie, acciaierie, …).

Durante la attività di dirigente di Regione Lombardia ha predisposto le «Linee guida per la componente salute pubblica negli studi di impatto ambientale e negli studi preliminari ambientali» (DGR X/1266 del 20.1.2014 e DGR X/4792 del 8.2.2016), prime linee guida italiane in materia.

È autore (o coautore) di oltre 250 articoli scientifici (o capitoli di libri, pubblicazioni, volumi, …) su argomenti di statistica e di epidemiologia (più di 60 pubblicati su riviste/libri internazionali): la maggioranza di tali pubblicazioni trova riferimento nella banca dati “Medline”; e di oltre 90 presentazioni a congressi scientifici nazionali e/o internazionali.

Born in Gallarate (VA) in 1952, graduated in Electronic Engineering at Politecnico di Milano, he developed his education on methodological topics of epidemiology and statistics substantially participating, in addition to the School of Specialization at the Institute of Biometrics of the University of Milan, to several international refresher courses. He carried out consulting and research activities on occupational, environmental and cancer epidemiology at the Institute of Occupational Medicine of the University of Milan. Afterwards he was manager of the Epidemiological Observatory of the General Directorate of Health of the Lombardy Region where, in addition to continuing to study issues of occupational, environmental, and cancer epidemiology, he worked on information flows, health planning, economic valorization of health services and evaluation of health activities, devoting much energy also to training activities.

Since 2015, he is retired and performs epidemiology consulting on behalf of his own company (ReSiSS, Ricerche e Studi in Sanità e Salute).

For over 20 years he has been carrying out epidemiological consulting for law firms and for the Court in both civil and criminal proceedings (asbestos, vinyl chloride, occupational accidents, mercury, aromatic amines, hair dyes, PAHs, postures, environmental pollution, electromagnetic fields, chromium, ...).

With specific reference to issues of occupational and environmental epidemiology, in addition to being a consultant for several large companies (ENI, Telecom, Solvay, ENEL, API, Fincantieri, Goodyear, cement factories, ...) in the context of legal proceedings that have to do with environmental and occupational issues, he carries out consultancy in procedures of AIA (Integrated Environmental Authorization) and EIA (Environmental Impact Assessment): at the moment he is carrying out the health impact assessment of the TAV Turin-Lyon (both for the geognostic tunnel of La Maddalena and for the entire Piedmontese section of the work), and of several industrial plants (cement factories, thermoelectric power plants, incinerators, refineries, steelworks, ...).

During his activity as manager of the Lombardy Region, he prepared the "Guidelines for the public health component in environmental impact studies and preliminary environmental studies" (DGR X/1266 of 20.1.2014 and DGR X/4792 of 8.2.2016), the first Italian guidelines on the subject.

He is author (or co-author) of more than 250 scientific articles (or book chapters, publications, volumes, ...) on statistics and epidemiology topics (more than 60 published in international journals/books): the majority of these publications are referenced in the "Medline" database; and of more than 90 presentations at national and/or international scientific congresses.

He is editor of the journal La Medicina del Lavoro since 1984.

I suoi interventi

VIDEO | Il seminario del Dipartimento Salute della Fondazione

Medicina territoriale: sì al Pnrr
ma ci sono due nodi non risolti

07 MAG 2022 | Antonio Brambilla, Davide Croce, Paolo Migliavacca, Marco Trivelli, Andrea Urbani, Carlo Zocchetti

Programmatori ed erogatori di servizi concordano: giusto investire sulle Case della Comunità. Senza dimenticare due gravi criticità: il reclutamento di personale e la sostenibilità finanziaria. L’avvio sperimentale in Lombardia. La delusione del privato.


Covid: in Italia 259mila morti?
Non credibili le stime di Wang

MAR 2022 | Carlo Zocchetti

Come calcolare con esattezza l’incidenza della pandemia sull’andamento della mortalità nel nostro Paese? Per avere tutti gli elementi si deve attendere. Ma già abbiamo indizi significativi da considerare attentamente. Ecco quali


I limiti della piattaforma dell’Istituto superiore della Sanità

Covid, dati giornalieri necessari
per non sbagliare le previsioni

24 MAR 2022 | Giorgio Vittadini, Carlo Zocchetti

L’epidemia è considerata in contrazione mentre i nuovi contagi aumentano: un paradosso dovuto alla metodologia di calcolo dell’indice Rt. Per valutazioni più precise servo anche i numeri forniti dalla Protezione civile


PAPER | Un metodo statistico per calcolare l’impatto complessivo del Covid

I veri numeri dei decessi
per effetto della pandemia

15 NOV 2021 | Paolo Berta, Giorgio Vittadini, Carlo Zocchetti

Sono 128.000 tra il 1 gennaio 2020 e il 30 giugno 2021. È quanto risulta dal confronto tra la mortalità attesa e il numero totale dei decessi osservati. In questo studio i dati sono anche dettagliati in base al genere (maschi e femmine: rispettivamente 74.000 e 54.000 morti) e per classi di età: l’eccesso di mortalità si registra a partire da 35 anni e cresce proporzionalmente con l’anzianità

Interventi sui media...

ilsussidiario.net | 4 MAG 2022
ilsussidiario.net | 11 FEB 2022
ilsussidiario.net | 14 GEN 2022
ilsussidiario.net | 7 GEN 2022
ilsussidiario.net | 19 NOV 2021
ilsussidiario.net | 27 OTT 2021
ilsussidiario.net | 16 SET 2021
ilsussidiario.net | 13 MAG 2021
Clicca qui!