Istituzioni > Politica e Istituzioni
VIDEO | Scuola di formazione politica 2020: le conclusioni

Serve ancora la democrazia?

Condividi

Crisi della politica, ruolo della società civile, passione per il bene comune. E’ possibile recuperare e rigenerare queste dimensioni nell’epoca della post-ideologia?

Perché una Scuola di formazione per il bene comune.

L’attuale crisi della democrazia e della politica richiede più che mai una società civile in grado di sviluppare libertà di pensiero e capacità critica, ma soprattutto una passione per il bene comune fatta di assunzione di responsabilità e ricerca della verità. Il Paese ne ha urgente bisogno. In un’epoca di post-ideologia, inoltre, sono necessari anche nuovi punti di riferimento nell’accostarsi alla lettura della realtà.

Per questo la decisione di avviare una Scuola di formazione politica, anche in questo nostro territorio, è una sfida ambiziosa ma al tempo stesso avvincente. Il tentativo è quello di cominciare in modo graduale, da alcuni temi fondamentali, con una proposta formativa che assicuri ai partecipanti confronto, approfondimento e un rapporto dialettico tra diverse posizioni.
 

Contenuti correlati

Serve ancora la democrazia?

5 GIU 2020 | Giorgio Vittadini

Incontro conclusivo della II edizione della Scuola di formazione politica “Conoscere per decidere”


VIDEO | Scuola di formazione politica 2020: l’evento inaugurale

Re-imparare la democrazia

21 GEN 2020 | LETTA

Seconda edizione del ciclo “Conoscere per decidere”


Scuola di formazione politica, II edizione (2020)

Re-imparare la democrazia

10 GEN 2020

Corso organizzato da Fondazione per la Sussidiarietà e Società Umanitaria, in collaborazione con Fondazione Vittorino Colombo, generAzione, Mi'impegno, SIOI-Sezione Lombardia



Tema Atlantide 10 . 2007 . 2

Senza comunità, non c’è democrazia

GIU 2007 | Charles Taylor

La dinamica dell’esclusione e la nuova immigrazione. Anche in una democrazia si può parlare di dinamica dell’esclusione, una tentazione che sorge dall’esigenza di un livello più elevato di mutua comprensione, fede e impegno, che spinge a delimitare il confine della comunità originale, rendendo più difficoltosa l’integrazione degli outsider.

Ne hanno parlato

Corriere della Sera | 30 GEN 2020
Clicca qui!