Economia > Lavoro
VIDEO | Lavoro, protagonisti di nuovi processi / 2

Quale sviluppo per Roma

  • 20 APR 2021
  • Lavinia Biagiotti
  • Francesco Rutelli
  • Remo Tagliacozzo
  • Lorenzo Tagliavanti
  • Giorgio Vittadini

Condividi

Dalla moda al turismo, dal cinema alle nuove piccole imprese nate anche da soggetti “deboli”: il racconto di una vitalità inaspettata presente nel tessuto della Capitale, nel segno della “costruttività”

 

Sono intervenuti
Lavinia Biagiotti, presidente e CEO Biagiotti Group
Francesco Rutelli, presidente Centro Futuro Sostenibile
Remo Tagliacozzo, AD Zètema Progetto Cultura s.r.l.
Lorenzo Tagliavanti, presidente Camera di Commercio di Roma
Giorgio Vittadini, presidente Fondazione per la Sussidiarietà

Moderatore
Alessandro Banfi, giornalista
 
Il secondo incontro del ciclo dedicato alla crescita della Capitale ha preso in considerazione soprattutto i settori della moda, del cinema, dello spettacolo, della cultura e del turismo. Temi affrontati nell’ottica della “costruttività”, attitudine tanto più necessaria in un momento in cui il Paese, con il sostegno dell’Europa, sta mettendo in campo il Piano di ricostruzione e di resilienza. 

Lavinia Biagiotti ha raccontato come Roma nel mondo della moda, attraverso il dialogo con Milano e con le altre “capitali” di questo settore, abbia comunque realizzato importanti obiettivi. Un modello di impresa, la Laura Biagiotti spa, profondamente legato al territorio e alla sua storia e tuttavia in grado di competere. “La storia della nostra azienda e quella della nostra famiglia” ha detto la Biagiotti “sono intrinsecamente legate a Roma, in un gioco di rimandi che ricorda quello delle grandi famiglie rinascimentali”. La Biagiotti ha anche illustrato l’impegno in favore del progetto del Marco Simone Golf & Country Club che ospiterà la Ryder Cup 2023

Francesco Rutelli ha raccontato le risorse, le capacità di resilienza e le speranze di crescita radicate nel mondo del cinema e dello spettacolo in quella che è la capitale italiana del grande schermo. Durante la pandemia, ha raccontato il sindaco del Giubileo, già Ministro dei Beni culturali e attualmente presidente dell’ANICA, ci sono stati 230 set cinematografici a Roma. C’è un grande progetto per la valorizzazione di Cinecittà, grazie al sostegno del ministro Franceschini, nelle intenzioni il più grande HUB dell’industria cinematografica in Europa. Rutelli si è anche detto orgoglioso di aver invitato e accolto Netflix che ha scelto Roma come suo ufficio europeo.  

Remo Tagliacozzo, amministratore di Zetema, ha affrontato la questione dello sviluppo turistico culturale della città. Ha descritto la realtà di un’azienda che oggi fa lavorare mille persone in modo stabile, riuscendo ad ottimizzare non solo le risorse umane, ma lavorando sui percorsi alternativi per i turisti che da tutto il mondo convergono su Roma. Il tempo della pandemia ha esaltato il lavoro sui percorsi digitali, dando nuove prospettive anche a quella che non sarà più, nel futuro, solo la visita tradizionale al Museo o al luogo di cultura.  

Lorenzo Tagliavanti, “padrone di casa” e presidente della Camera di Commercio di Roma, ha sviluppato una descrizione inedita del modo con cui Roma ha resistito alle crisi di questi anni. “Dal 2008, anno della crisi immobiliare”, ha spiegato Tagliavanti, “si sono moltiplicate piccole aziende localizzate, messe in piedi soprattutto da soggetti deboli: donne, giovani e migranti. Sono nate 100 mila imprese in più sul nostro territorio”. Tagliavanti ha ricordato la singolare capacità di adattamento e di resistenza del tessuto del commercio romano nei lunghi mesi della pandemia.     

Giorgio Vittadini ha concluso l’incontro, sottolineando che esiste una vitalità inaspettata, anche in una città come Roma, che spesso sfugge al racconto e alla descrizione dei nostri media nazionali. “C’è un popolo”, ha sottolineato Vittadini, “e la sua vitalità rappresenta davvero quello che noi chiamiamo sussidiarietà: una realtà dal basso che va aiutata”.

Contenuti correlati

VIDEO | Primo incontro del ciclo in collaborazione con Censis e Associazione Centro Elis

Lavoro, protagonisti di nuovi processi. Che cosa sta cambiando?

2 DIC 2020 | BARTOLOMEI, DE RITA, VITTADINI

Sono intervenuti Pierluigi Bartolomei, Associazione Centro Elis, Giorgio De Rita, Segretario Generale del Censis, Giorgio Vittadini, Presidente Fondazione per la Sussidiarietà