Fondazione > Ufficio Stampa
COMUNICATO | Rapporto sulla sussidiarietà 2022

FPS: la sussidiarietà contribuisce a migliorare la qualità della vita e la formazione continua dà un grande vantaggio nel trovare lavoro

  • 06 SET 2022

Condividi

La sussidiarietà, intesa come partecipazione ad attività collettive, sociali e politiche, contribuisce a migliorare la qualità della propria vita, facilita la ricerca di un lavoro e riduce il rischio di povertà. È quanto emerge dal Rapporto sulla sussidiarietà 2022 dedicato allo sviluppo sociale della Fondazione per la Sussidiarietà, in collaborazione con Istat.

Lo studio mostra una forte correlazione positiva fra l'impegno sussidiario e l'occupazione. In particolare, la partecipazione a programmi di formazione continua favorisce l'inserimento nel mondo del lavoro, a tutte le età (+0,7 su una scala da 0 a 1). Un analogo impatto positivo verso la capacità di trovare lavoro deriva dalla partecipazione ad attività culturali fuori casa (+0,89), dalla partecipazione sociale (+0,88) e dalla partecipazione ad organizzazioni non profit (+0,7).
Gli stessi fattori, inoltre, contribuiscono in modo decisivo a ridurre il rischio di povertà e allontana il rischio di non arrivare a fine mese con i propri redditi.

"Questa ricerca, la prima del genere in Italia, dimostra che la presenza di un privato sociale attivo e dinamico contribuisce ad attenuare le condizioni di disagio e favorisce l'occupazione", afferma Giorgio Vittadini, presidente della Fondazione per la Sussidiarietà, "Il terzo settore gioca un ruolo chiave per lo sviluppo sociale e va perciò valorizzato e sostenuto".

Per informazioni: Attilio De Pascalis, Fondazione per la Sussidiarietà, Tel. 335.7630184, e-mail: attiliodepascalis@yahoo.it 

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA COMPLETO

Clicca qui!