• La riforma costituzionale del governo Renzi: spunti e approfondimenti
  • Sicilia: periferia e risorsa dell’Europa
  • Dialoghi sul welfare
  • E l'esistenza diventa una immensa certezza
  • Realismo, ideologia e scetticismo nella scuola e nell'educazione
  • Verso un (quasi) mercato dell'istruzione?
  • Il lavoro: l'esperienza dell'io in azione
  • La consegna tradita. Riflessioni sul senso della storia
  • La rivincita della responsabilità. A proposito della nuova Legge sul federalismo fiscale
  • Coscienza religiosa e cultura moderna: percorsi della ragione e dell'istruzione
  • Una scuola che insegna a ragionare: il metodo dell'esperienza
  • Questioni di biopolitica
  • Persona e Stato
  • Il rischio di educare nella scuola
  • Famiglia e DiCo: una mutazione antropologica?

Quaderni



Quaderni

Dialogo intorno al volume "Esperienza elementare e diritto" di Andrea Simoncini, Lorenza Violini, Paolo Carozza, Marta Cartabia

 

Interventi di Costantino Esposito, Eugenio Mazzarella, Franco Modugno, Francesco Viola.

 

Anno: 2012

 

 

 

 

 

"Il volume Esperienza elementare e diritto mostra la serietà, e anche la semplicità, con cui gli autori, esperti soprattutto di Diritto costituzionale, hanno cercato di seguire la fonte “altra” della loro scienza, che è il concetto di esperienza elementare: qualcosa che non si può risolvere nel diritto, ma senza la quale il diritto in qualche modo diviene non più intelligibile a se stesso. Ritengo che quella degli autori sia una scelta di grande coraggio, anche tenendo conto della nota dominante la teoria del diritto contemporaneo di tipo positivistico, vale a dire il fatto di essere autofondativo. Il coraggio di questi colleghi sta nel dire che il diritto non si autofonda, e non è risolvibile in una mera procedura". (dall'Introduzione di Costantino Esposito)


Allegati:
Q13.pdf