• Un mestiere per vivere. Il metodo di ASLAM
  • Far crescere la persona. La scuola di fronte al mondo che cambia
  • S.O.S. Educazione. Statale, paritaria: per una scuola migliore
  • L'università possibile. Note a margine della riforma
  • Esperienza elementare e diritto
  • Il liceo del lavoro
  • Lo sviluppo ha un volto. Riflessioni su un'esperienza
  • All'origine della diversità. Le sfide del multiculturalismo
  • Nelle mani dell'artigiano. Una realtà si racconta
  • Che cos'è la sussidiarietà. Un altro nome della libertà
  • Eppur si muove. Innovazione e piccola impresa
  • Sussidiarietà fiscale. La frontiera della democrazia
  • Banche e finanza. La transizione incompiuta
  • Capitale umano. La ricchezza dell'Europa
Punto di fuga

A qualunque costo?

Lavoro e pensioni tra incertezza e sicurezza

 

di Paola Olivelli e Mario Mezzanzanica
edizione Guerini e Associati

 

Pagine: 320
Anno: 2005
Prezzo: 18,50 €

 

 

 

 

L'investimento Obiettivo del volume è offrire degli strumenti approfonditi con cui valutare la situazione del mercato del lavoro e del sistema pensionistico italiani. Con il processo di riforma dei servizi al lavoro sfociato nella riforma Biagi del 2003, si è superato il monopolio pubblico aprendo a una rete di operatori pubblici e privati. A un mercato del lavoro così riorganizzato deve, però, affiancarsi un sistema pensionistico adeguato, in cui previdenza pubblica e complementare concorrano a garantire la protezione del lavoratore. Nonostante alcuni correttivi introdotti, resta il forte dubbio che, per lavoratori più giovani, un sistema siffatto possa reggersi soltanto sul metodo contributivo. Si prospettano così soluzioni che tengano conto di quanto affermava Marco Martini, «la risorsa più rara della società contemporanea non è costituita dalla terra o dalle fonti energetiche, ma da uomini adeguatamente motivati a cercare liberamente di offrire risposte agli infiniti bisogni propri e degli altri e sostenuti da una solida cultura del lavoro libero».