• Un mestiere per vivere. Il metodo di ASLAM
  • Far crescere la persona. La scuola di fronte al mondo che cambia
  • S.O.S. Educazione. Statale, paritaria: per una scuola migliore
  • L'università possibile. Note a margine della riforma
  • Esperienza elementare e diritto
  • Il liceo del lavoro
  • Lo sviluppo ha un volto. Riflessioni su un'esperienza
  • All'origine della diversità. Le sfide del multiculturalismo
  • Nelle mani dell'artigiano. Una realtà si racconta
  • Eppur si muove. Innovazione e piccola impresa
  • Sussidiarietà fiscale. La frontiera della democrazia
  • A qualunque costo? Lavoro e pensioni tra incertezza e sicurezza
  • Banche e finanza. La transizione incompiuta
  • Capitale umano. La ricchezza dell'Europa
Punto di fuga

Che cos'è la sussidiarietà

Un altro nome della libertà

 

a cura di Giorgio Vittadini
prefazione di Giorgio Sapelli
edizione Guerini e Associati

 

Pagine: 226
Anno: 2007
Prezzo: 15,00 €

 

 

 

Il principio di sussidiarietà non solo occupa un posto centrale nella Dottrina sociale della Chiesa, ma costituisce una novità rilevante nel pensiero filosofico, politico, economico e giuridico dell'Occidente. Nel corso dei secoli, ancor prima della sua esplicita formalizzazione, esso ha determinato la nascita e la crescita dal "basso"delle più varie iniziative di risposta ai bisogni della collettività.Tale azione non è venuta meno con l'affermarsi dello Stato moderno, anzi si è ampliata per far fronte ai nuovi bisogni creati proprio dall'avvento della modernità. Parlare di sussidiarietà significa porre al centro dell'azione sociale, economica, politica, un soggetto umano caratterizzato dalla libertà intesa come desiderio di bene, per sè e per gli altri, e non solo come propria indipendenza e capacità di scelta. Come emerge dall'ampiezza degli interventi di questo libro, la sussidiarietà è un modo diverso di guardare tutta la vita sociale e istituzionale, che nasce da una riflessione sull'esperienza della singola persona umana e diventa capace di costruire risposte più adeguate ai reali bisogni di tutti.