• L'immigrato una risorsa a Milano
  • Il lavoro ed i suoi redditi
Milano sussidiaria

Milano sussidiaria

La città che sa cambiare

Indagine su economia e società a Milano

 

di Luigi Vergallo

editore: Guerini e Associati

 

Pagine: 154

Anno: 2012

Prezzo: € 13,50

 

 

 

 

Il cambiamento è una sfida sempre attuale per Milano: solo ridefinendo continuamente
se stessa, attraverso le grandi trasformazioni economiche, è riuscita
a mantenere un ruolo preminente e a elaborare in una dimensione propositiva
il conflitto sociale nei momenti di crisi. Tale approccio ha riguardato sia le
grandi correnti di pensiero del Novecento (socialista, cattolica e comunista),
che hanno trovato espressione nelle giunte milanesi, sia le molteplici facce della
società civile, anche nelle loro componenti più radicali. Le diverse posizioni,
pure quelle molto lontane tra loro, hanno spesso dato l’impressione di voler
convergere verso un obiettivo comune, che potesse diventare fattore condiviso
di miglioramento sociale.
Accanto al rinnovamento produttivo, continua a Milano ad agire un ricco tessuto
di welfare cittadino, fatto di tante iniziative dedite alla solidarietà e alla sussidiarietà;
non opere puramente assistenziali, ma che affrontano i nuovi bisogni
di casa, lavoro, reddito, studio, salute, con strumenti innovativi e che disegnano
nuovi mercati. Grazie a una capacità inclusiva che passa attraverso il contributo
lavorativo di tutti, la città sa esprimere livelli di intervento pubblico e privato
senza simili in Italia per capillarità e per qualità della prestazione. A questo proposito,
sono state raccolte le storie di tre enti: l’Opera San Francesco per i poveri,
vera e propria istituzione per i milanesi, La Cordata, incubatore d’impresa e
luogo d’innovative forme di welfare, Incontro e Presenza, riferimento e speranza
per chi sta per uscire dal carcere.